Eleonora Luisa Gonzaga di Guastalla

 Eleonora_Luisa_Gonzaga_di_Guastalla1.jpg (697×381)

Eleonora Luisa Gonzaga di Guastalla era l’ultima possibilità, l’ultima speranza per il granduca Cosimo III, preoccupato ogni giorno di più di non avere eredi maschi.

Anna Maria Francesca di Sassonia-Lauenburg

 Anna-Maria-Francesca-di-Sassonia-Lauenburg-hp.jpg (703×412)

 

Anna Maria Francesca, duchessa di Sassonia, principessa e contessa palatina.  E’ stata lei l’ ultima granduchessa di Toscana che però non mise mai  piede a Firenze.

 

Le prime sindache italiane

 donne-sindaco.jpg (593×443)

 Poche in Italia le donne che hanno ricoperto o ricoprono questo ruolo.

 

Prime donne in divisa

 donnesoldato.jpg (703×462)

 Possiamo ben dire che spesso le donne, pur di combattere, non hanno esitato a cambiare identità, e lo hanno fatto in quasi tutte le epoche ed in tutti i continenti. Approfittando del disordine che regnava negli eserciti e degli scarsi controlli medici, centinaia, o forse migliaia di ragazze si nascondevano dietro una divisa ed un nome maschile e andavano in guerra.

 

Violante Beatrice Wittelsbach di Baviera

 princess-violante-di-bavier_hp.jpg (703×362)

 Alla fine del XVII secolo il casato Medici è sull’orlo di un baratro, iniziano a mancare eredi maschi che garantiscano la continuità del potere.

Quella stessa famiglia che per quasi cinque secoli è riuscita a controllare e governare le sorti di Firenze e poi della Toscana, ora minaccia di estinguersi per sempre.

 

Marguerite Louise d'Orleans

 marguerite-louse-d-orleans.jpg (703×442)

 Occhi color turchese, presenza elegante, carnagione chiara come si addice a una aristocratica: sono queste alcune delle caratteristiche fisiche di Marguerite Louise d’Orleans, la giovane francese destinata a divenire Granduchessa di Toscana.

 

Donne in Pista - VI convegno di TF

 toponomastica-imola.jpg (700×467)

 Sono sempre molto intense le giornate dedicate ai Convegni di Toponomastica femminile. Intense, ricche e interessanti.

 

Prime donne nelle monete e nelle banconote

 regina-elisabetta-su-moneta.jpg (703×323)

Poche, pochissime le donne che hanno avuto il privilegio della loro effige su una moneta o una banconota.

Prime donne nello sport

donne-sport.jpg (702×382)

 La storia ufficiale delle donne nello sport è abbastanza recente se pensiamo che furono ammesse a partecipare solo nel 1900, durante i Giochi olimpici di Parigi.

 

Anna dè Medici Granduchessa d'Austria

 anna-de-medic-hp.jpg (703×347)

 Anna de’ Medici venne al mondo nel luglio del 1616, ultima delle figlie femmine nate dall’unione fra Cosimo II e Maria Maddalena d’Austria.  Anna giocò un po’ il ruolo del jolly in una partita di alleanze fra dinastie dominanti.

 

Margherita Dé Medici Farnese

 

margherita-de-medici-farnese.hp_.jpg (703×420)

Raramente si trovano tanti giudizi positivi rivolti a una donna Medici.
Nel caso di Margherita, figlia di Cosimo II e di Maria Maddalena d’Austria, gli elogi sono unanimi, ma di lei si parla poco.

Julia Margaret Cameron prima donna fotografa della storia

 

 

“Sopravviverà a molte delle opere degli artisti a lei contemporanei”, così scrivevano la bisnipote Virginia Woolf e il critico d’arte britannico Roger Fry nella prefazione alla sua raccolta Victorian Photographs of Famous Men and Fair Women.

Maria Cristiana de' Medici

 

maria-cristiana-de-medici

 

Quando nasceva una figlia femmina il più delle volte non era una gran festa, in nessuna famiglia.

Prime donne in vetta

 

bivacco_e_area_verde_Boarelli_(Verzuolo)

 

Scalare le montagne, per una donna dell’Ottocento, era un’ impresa sconveniente, in un’epoca in cui il coraggio e la forza fisica erano attribuiti solo agli uomini. Nel XVIII secolo alcuni medici sostenevano che lo sforzo fisico, necessario per compiere una scalata, avrebbe potuto portare una sterilità.

Prime donne primati vari

 prime-donne-primati-vari

 

Alcune prime donne hanno primati multipli sia lieti che tristi.

Anna De' Medici

 

anna-de-medici-hp

 

Questa è la breve storia di una bambina, una Medici, morta adolescente, che non ha fatto in tempo ad affacciarsi completamente alla vita.

Il lavoro delle donne

  

Grisignano in fiera con il lavoro delle donne  

 

 

 

Il Premio Viareggio e Paola Masino

 paola-masino-hp.jpg (703×339)

 Paola Masino è stata la prima donna, nel 1933, ad ottenere un riconoscimento, il secondo posto, al Premio Viareggio con il romanzo “Periferia”.

Prime donne nei mestieri da uomo

 

Molti i mestieri considerati maschili intrapresi poi anche dalle donne

Una grande viaggiatrice

  

Anche le donne hanno fatto la storia: Ida Laura Reyer Pfeiffer una grande viaggiatrice
 

Prime donne volanti

 

 donne-volanti.jpg (703×341)

 Anche le donne hanno fatto la storia - Prime donne volanti

 

Gianna Manzini

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Anche le donne hanno fatto la Storia: Gianna Manzini. 

È QUESTA LA STRADA MAESTRA

 

autorita-alfonsina.strada

da sinistra Silvestro Rivolta presidente della commissione sviluppo economico del Municipio 6, la consigliera comunale Elisabetta Strada, Alfredo Zini della Federazione Ciclistica Italiana., l’assessore alla cultura Filippo Del Corno, la toponomasta Mita Galbiati, la toponomasta Luigia Giubertoni, le 2 CICLISTE PER CASO.

 

Più intitolazioni alle donne in Toscana

 

Protocollo fra ANCI Toscana e Regione: più intitolazioni alle donne

 

Progetto “Via Teresa Noce” a Torino

 

Teresa Noce : un progetto per i ravvivare la memoria di questa affascinante figura di donna attraverso uno spettacolo teatrale e una iniziativa di intitolazione di uno spazio pubblico

 

La lunga strada delle donne nello sport

 

La lunga strada delle donne nello sport

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.