Un Giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola

 

 

 

  logo2

 

 

Un Giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola

  

  

 FNISM-logo

 

 

 

 logo-lampedusa

  

con il patrocinio del Comune di Lampedusa e Linosa

  

Il progetto “Un Giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola”

 

 

proposto sul territorio nazionale da Toponomastica femminile e accolto, in questo primo anno di sperimentazione, dalla FNISM sez. Catania, è rivolto alle scuole siciliane di ogni ordine e grado e finalizzato a valorizzare il contributo offerto dalle donne e dagli uomini alla costruzione di un modo di Pace, Libertà, Fratellanza e  Sorellanza, Uguaglianza.

L’iniziativa costituisce la fase propedeutica alla terza edizione del Concorso nazionale “Sulle vie della parità” di Toponomastica Femminile e si propone di creare un’antologia, fotografica e narrativa, che sarà presentata in occasione di un evento che si terrà a Catania nel mese di marzo 2016 e in cui saranno coinvolte tutte le scuole aderenti.

 

L’antologia,o sezioni di essa, parteciperà al Concorso Nazionale.

La proposta s’ispira al Giardino dei Giusti tra le nazioni creato nel 1960, presso il museo Yad Vashem di Gerusalemme, dove ai Giusti, che nel mondo si sono opposti ai crimini contro l'umanità e ai totalitarismi, viene dedicata la piantumazione di alberi, poiché tale pratica nella tradizione ebraica indica il desiderio di ricordo eterno per una persona cara e divalore.

 

Il progetto si  propone i seguentiobiettivi:

 

  1. recuperare e accogliere la memoria delle Giuste e dare evidenza al contributo femminile, per un mondo di Pace, equità e giustizia, che la Storia ha dimenticato, occultato, reso invisibile;
  2. promuovere l’idea della condivisione, femminile e maschile, delle battaglie e dell’impegno, contro ogni forma di violenza, sopraffazione, discriminazione,guerra.

   

Regolamento:

-Ciascuna classe, o gruppo di lavoro, proporrà i nomi di una  Giusta e di un Giusto  e  in memoria di ciascuno\a  di loro pianterà ed intitolerà una pianta nel giardino o nel cortile dellascuola.

-La targa d’intitolazione di ciascuna pianta riporterà accanto al nome del personaggio scelto la motivazione dell’ intitolazione.

-Alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , entro il 25 febbraio 2016, si faranno pervenire i seguenti materiali:

 

  1. una scheda storico-biografica dedicata a ciascun personaggio scelto, con la motivazione dellascelta
  2. almeno cinque foto, ad alta risoluzione e con didascalie, del lavoro svolto, dalla fase della ricerca, alla piantumazione,all’intitolazione.

-I\le docenti o referenti di ogni singolo progetto, sintetizzeranno l’attività didattica svolta in una breve relazione (max 200 parole) da inserire nella scheda didattica allegata alla presente comunicazione, che andrà compilata in ogni sua parte.

 

Per adesioni e informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Catania, 20  Settembre 2015

 

 

Progetto SULLE VIE DELLA PARITA' @ ROMA

Comune di Roma Capitale progetto SULLE VIE DELLA PARITA' @ ROMA
 
Toponomastica Femminile
FNISM Federazione Nazionale Insegnanti
Comune di Roma Capitale assessorato cultura

propongono il progetto didattico a costo zero "SULLE VIE DELLA PARITA' @ ROMA" per le scuole secondarie di II grado con i seguenti obiettivi:
- individuare e descrivere percorsi culturali di genere femminile 
- promuovere la ricerca storica e l'analisi del patrimonio culturale, ambientale e civico
- riconoscere il ruolo delle storie e dei saperi femminili attraverso l'intitolazione di piste ciclabili a donne
- sviluppare nella scuola forme di cittadinanza attiva

Sono previsti incontri con le docenti e con le classi. I migliori lavori verranno premiati dal Comune di Roma Capitale: i testi scelti saranno inseriti in pannelli collocati lungo le piste ciclabili.

CERCHIAMO 15 scuole/ docenti che vogliano impegnarsi su questi temi.

Le candidature delle istituzioni scolastiche vanno inoltrare entro giovedì 16 ottobre 2014 al seguente indirizzo di PEC:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Clicca qui per scaricare il bando completo

Woman streets l'app per smartphone

“Woman streets”, l’app dell’Istituto Carlo Anti valorizza il contributo sociale delle donne

Di Valentina Gasparini e Luca Marconcini

Il team di sviluppo dell’Istituto Superiore “Carlo Anti”, facente parte del laboratorio di innovazione didattica e robotica educativa C.A.R.L.-O., in occasione della partecipazione al concorso “Sulle vie della parità” indetto dall’associazione Toponomastica femminile, ha sviluppato, per il progetto “La polis borghese: modelli e ruoli nella comunicazione borghese”, la App “Woman streets”, per dispositivi tablet e smartphone, che consente una mappatura pubblica del territorio.

Tale App, dedicata interamente al mondo della donna e alla donna come figura emblematica nella nostra società, consente, partendo da una mappa geografica mondiale, la registrazione di luoghi pubblici e vie/piazze per valorizzare il contributo delle donne, che si sono distinte in attività letterarie, artistiche e scientifiche, nonché per l'impegno umanitario e sociale. È possibile inserire un marcatore sulla mappa in prossimità del luogo desiderato, aggiungendo una breve descrizione e delle foto.

La costruzione di questa mappa, avviene in modalità collaborativa da parte di tutti gli utenti iscritti al portale che così condivideranno luoghi simbolo e di riferimento per il mondo femminile. Si potranno, inoltre, condividere le segnalazioni sui vari social network sia in forma pubblica sia in forma privata. Grazie a questa App, si svilupperà tra le persone una forma di cittadinanza attiva e di partecipazione alla vita sociale di una città, collaborando in rete.

Inoltre sarà possibile visualizzare la mappa con tutte le schede relative ai luoghi segnalati da tutti gli utenti, fare una ricerca per punti di interesse nell’apposita barra inserendo il nome della via, oppure cercare luoghi dedicati alle donne, vicini a noi tramite un’apposita funzione “radar” basata sulla tecnologia GPS. Potrà funzionare da navigatore, pianificando un percorso culturale o un itinerario specifico tra più marcatori (punti) selezionati.

Per accedere alla community gli utenti dovranno effettuare una registrazione potendo così segnalare in mappa nuovi marcatori, inserire il nome del luogo, una descrizione e delle immagini. I marcatori proposti verranno validati da un amministratore che potrà modificare e dettagliare le schede/fotografie, pubblicando così il luogo segnalato. L’amministratore agirà anche sul comportamento dell’utente su più livelli: dalla semplice segnalazione, all’espulsione vera e propria dalla community. 

In via sperimentale e di perfezionamento il sito web della community sarà ospitato sui server dell’Istituto Superiore “Carlo Anti” e sarà accessibile al pubblico dall’URL http://cloud.carloanti.it/womanstreets e tramite un  QRcode appositamente creato. L’App verrà rilasciata dapprima come beta release, il cui download sarà permesso solo agli utenti provvisti di invito; successivamente sarà resa pubblica sul Google Play Store.

 

IL PROGETTO

Partendo dall’osservazione della città, del quartiere e delle sue strade, delle aree verdi, pedonali e ciclabili, dei musei, dei luoghi pubblici e condivisi, sono state promosse la ricerca storica locale e l’analisi del patrimonio culturale, ambientale e civico, con l’intento di restituire visibilità alle donne che si sono distinte per l’attività letteraria, artistica e scientifica, per l’impegno umanitario e sociale o per altri meriti.

Lo studio del territorio ha offerto numerose opportunità didattiche di integrazioni interdisciplinari e nel contempo ha permesso di sviluppare forme di cittadinanza attiva e di partecipazione alle scelte di chi amministra la città. 

Riflettendo sulle ragioni delle intitolazioni presenti e assenti, i membri dei gruppi di lavoro, di ricerca-studio, provenienti dalle classi 5AEA, 5AII, 3ALF, 3AEA e 4AEA hanno sviluppato il tema in modo critico e responsabile, collaborando alla vita sociale nel rispetto dei valori dell’inclusione e dell’integrazione. 

Ciascun gruppo di lavoro, ha sviluppato liberamente il proprio elaborato optando per una delle seguenti sezioni:

A: Sezione letteraria

B: Sezione digitale

C: Sezione arti visive

E: Sezione comunicazione e design

 

L’attività, seguita dai docenti Federico Beghini, Maurizio Taioli e Angela Alessandra Milella, ideatrice e referente del progetto, sta procedendo nelle seguenti fasi: 

Fase1:   08/10/2015 – 22/10/2015

Si sono formati i gruppi di lavoro e a ciascuno di essi sarà assegnata una zona della città da monitorare e mappare attraverso la raccolta di immagini e la tecnica del reportage fotografico.

 

Fase 2:  22/10/2015 – 26/04/2016

Si procederà alla raccolta e all’analisi delle fotografie scattate alle pubblicità e agli spazi pubblici intitolati a donne, in modo da schedarle, commentarle e imparare a distinguere le “immagini amiche, neutre e nemiche”. Contestualmente gli studenti riceveranno schede e materiale informativo sulla storia delle donne italiane e dei loro diritti; svolgeranno quindi una ricerca sulle donne di Verona e della sua provincia, creando un blog (raggiungibile all'indirizzo pubblicanti5aea.wordpress.com). Si utilizzeranno anche i social network (quale ad esempio www.facebook.com/pubblicanti) per condividere i contenuti delle ricerche e verranno segnalate le pubblicità irrispettose all’IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria).  

Successivamente si svolgerà un esercizio sugli stereotipi di genere, si imparerà a distinguere il sesso dal genere, a riconoscere il sessismo nella lingua italiana; verranno visionati alcuni video e materiali multimediali proposti dai docenti e si rifletterà sull’emancipazione delle donne soprattutto sulle forme negative.

Saranno presenti testi tratti da opere letterarie e filosofiche scritte da donne e verranno visionate immagini fotografate o realizzate da donne artiste.

 

Fase 3:  20/11/2015 – 26/04/2016

Le attività saranno diversificate in base alle varie sezioni: 

  • Sezione arti visive
    è stata allestita una mostra fotografica. 
  • Sezione comunicazione e design
    Sono state realizzate e trovate immagini per pubblicità progresso o da utilizzare per il montaggio l’allestimento della mostra fotografica.

 

Sezione multimediale

È stata creata un'App per smartphone  Android capace di visualizzare su una mappa satellitare strade e  monumenti  dedicati alle donne, di condividere informazioni testuali/multimediali indicando nuove posizioni in mappa per luoghi di particolare rilevanza per il progetto, di poter segnalare nuove location in un contesto di social aggregation, di monitorare attività illecite in piattaforma (con eventuale rimozione di contenuti irrispettosi).

L'App creata sarà in grado di geo-localizzare luoghi e patrimoni artistici/culturali associando ad ogni punto indicato in mappa un eventuale QR-code capace di rimandare a siti e/o risorse on-line di approfondimento.

La mappatura dei luoghi sarà espandibile con carattere "social" dagli utenti finali che collaboreranno con proprie segnalazioni e inserzioni.

L’attività di ricerca è servita per raggiungere i seguenti obiettivi: 

- valorizzare il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società; 

- riscoprire figure femminili  che, pur avendo contribuito allo sviluppo socio-culturale del territorio e del Paese intero, sono state dimenticate dall’odonomastica cittadina e proporle per nuove intitolazioni; 

-  individuare e descrivere percorsi culturali e itinerari di genere femminile, sulla base di intitolazioni già esistenti e di tracce sparse sul territorio, in grado di riportare alla luce l’operato delle donne nella storia e nella cultura di ogni singolo luogo. 

I lavori tecnologici e artistici prodotti dal gruppo saranno presentati come buona pratica il 26 Aprile 2016 alle istituzioni (Senato, FNISM, Associazione Toponomastica femminile ecc.) in un seminario organizzato con l'Università RomaTre. Ai sviluppatori del progetto, raggruppati in una delegazione, è stato dato in premio, dal Comune di Sommacampagna, tramite la partecipazione a “Bando alle ciance va a scuola”, il viaggio a Roma per partecipare al seminario e alla cerimonia di premiazione.

Una giuria scelta dal Comitato organizzatore valuterà i lavori. I migliori lavori saranno visibili sul sito www.toponomasticafemminile.com e/o sulla piattaforma formazione.toponomasticafemminile.com e potranno essere pubblicati su testate o esposti in mostra. 

I gruppi e le classi vincitrici riceveranno diplomi di merito e libri. Ai docenti coinvolti nel  progetto, scuole, facoltà e centri di formazione vincitori/vincitrici che interverranno alla cerimonia verranno consegnati volumi premio.

Studenti e docenti tutti riceveranno, a richiesta, un attestato di partecipazione rilasciato da FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti -Associazione Professionale Qualificata per la Formazione Docenti).
 

Progetto Orienteering: lungo sentieri di parità

Comune di Roma Capitale, progetto Orienteering: lungo sentieri di parità
COMUNICATO STAMPA
 
Toponomastica Femminile
FNISM Federazione nazionale insegnanti 
Federazione Italiana Sport Orientamento - Comitato Regionale FISO Lazio (Settore Scuola)

promuovono il progetto a costo zero, Orienteering: lungo sentieri di parità” rivolto alle classi III e IV della scuola primaria del Comune di Roma. 

Portare in luce, attraverso il trinomio gioco-sport-cultura, alcune figure femminili che hanno lasciato tracce significative nella società. La consapevolezza di quanto è stato ideato, inventato e realizzato dalle donne, l’educazione al rispetto per le differenze, lo sviluppo di un pensiero critico alternativo a modelli maschili e femminili stereotipati e conformisti sono temi centrali del progetto. Le storie delle... protagoniste del passato possono essere modelli di riferimento e di differenza ai quali guardare nella complessa costruzione dell’identità maschile e femminile, in una società libera da discriminazioni e 
violenza di genere in cui a ragazze e ragazzi siano offerte pari opportunità scolastiche e professionali.

CERCHIAMO 30 insegnanti/ istituti interessati a questi temi e 400 bambine e bambini

Le candidature delle istituzioni scolastiche vanno inoltrare entro giovedì 16 ottobre 2014 al seguente indirizzo di PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il progetto verrà realizzato tra novembre 2014 e l'8 marzo 2015. Premiazione finale 8 marzo 2015

Clicca qui per scaricare il bando completo


 

Bando di concorso di TF e FNISM 2014/2015

 

 

 logo2  FNISM-logo

 

Bando di concorso 

Sulle vie della parità  

II Edizione – anno 2014/2015  

Con il patrocinio del Senato della Repubblica

Premessa 

Il concorso, indetto da Toponomastica femminile e FNISM e rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, agli atenei e agli enti di formazione, è finalizzato a riscoprire e valorizzare il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società. 

Attraverso attività di ricerca-azione svolte da ragazze/i si vogliono individuare e descrivere percorsi culturali e itinerari di genere femminile in grado di riportare alla luce le tracce delle donne nella storia e nella cultura del territorio, modelli di valore e di differenza sui quali riflettere e ai quali attingere nell’opera complessa della costruzione dell’identità maschile e femminile.   

Le giovani generazioni non sempre sanno che la cittadinanza femminile, asimmetrica per millenni, è una recente conquista e che, anche dopo avere ottenuto il diritto di voto, le donne italiane hanno continuato ad essere sottoposte alla patria potestà senza poter accedere a molti ruoli della Pubblica Amministrazione. Le disparità, mai colmate del tutto nonostante il richiamo alla parità di diritti della nostra Costituzione, pongono la necessità di ripercorrere la storia delle battaglie  e delle conquiste di altre generazioni, sia attraverso i segni che le donne hanno lasciato sul campo, sia attraverso l’assenza di segni, la cancellazione della memoria, verificabile anche nella toponomastica. 

A partire dall’osservazione della città, del quartiere e delle sue strade, delle aree verdi, pedonali e ciclabili, dei musei, dei luoghi pubblici e condivisi, la proposta intende promuovere la ricerca storica e l’analisi del patrimonio culturale, ambientale e civico e riscoprire le donne che si sono distinte per le loro azioni, per l’attività letteraria, artistica e scientifica, per l’impegno umanitario e sociale o per altri meriti. 

Riflettendo sulle ragioni delle intitolazioni presenti e assenti, le/gli studenti impegnate/i nel lavoro di ricerca-studio saranno stimolate/i a sviluppare il lavoro in modo autonomo, critico e responsabile, collaborando alla vita sociale nel rispetto dei valori dell’inclusione e dell’integrazione.  

Il carattere trasversale della toponomastica e dello studio del territorio offre numerose opportunità didattiche di integrazioni interdisciplinari e nel contempo permetterà a bambine e bambini, a ragazze e ragazzi di sviluppare forme di cittadinanza attiva e  di partecipazione alle scelte di chi amministra la città. 

 

Regolamento 

Con l’intento di riposizionare le donne nel contesto storico e culturale del territorio, ciascuna classe, o gruppo di lavoro, individuerà un percorso culturale, o definirà un itinerario fisico, che abbiano come filo conduttore testimonianze, intitolazioni toponomastiche, ricordi relativi a figure femminili significative.  

Il gruppo elaborerà il suo progetto individuando uno spazio (strada, giardino, rotonda, pista ciclabile, sentiero, edificio, aula, biblioteca…) che non abbia ancora una propria precipua e singolare intestazione, da  dedicare a una o più figure femminili particolarmente meritevoli. La proposta sarà accompagnata da repertorio iconografico che consenta di riconoscere il luogo prescelto. 

Ogni lavoro potrà seguire una delle seguenti sezioni tematiche: 

A. PERCORSI CULTURALI E ITINERARI URBANI (aree di circolazione, luoghi di riunione, di servizio, di studio, di lavoro, di cultura…) 
B. PERCORSI CULTURALI E ITINERARI AMBIENTALI (piste ciclabili, sentieri, parchi…) 
C. PERCORSI CULTURALI E ITINERARI TRASVERSALI (urbani/ambientali) 

 
Il gruppo potrà sviluppare liberamente il  proprio elaborato scegliendo tra modalità espressive letterarie, artistiche, multimediali o miste, espressamente indicate nella relazione docente che dovrà accompagnare il lavoro.  

Si raccomanda una particolare attenzione all’uso di linguaggi non sessisti. 

Le/i docenti referenti sintetizzeranno l’attività didattica svolta in una breve relazione (circa 2.000 battute) da inserire nella scheda didattica allegata al presente bando, che andrà compilata in ogni sua parte. 

Scuole/atenei/enti di formazione inoltreranno i lavori completi e la relazione docente all’indirizzo mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  entro l’8 marzo 2015.  

L’invio del materiale artistico avverrà per mezzo posta ordinaria al centro di raccolta intra-regionale che verrà comunicato su esplicita richiesta da indirizzare a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Del materiale multimediale, caricato in rete dalle singole scuole, sarà necessario inviare il solo link (si raccomanda di verificare la visibilità del lavoro con piattaforme Window/Mac/Linux).   

Una giuria scelta dal Comitato organizzatore valuterà i lavori pervenuti e selezionerà più proposte per ognuna delle sezioni, che terranno conto delle tecniche espressive e delle fasce di età. 

I migliori percorsi/itinerari saranno visibili sul sito www.toponomasticafemminile.com, verranno pubblicati su altre testate o esposti in mostra. 

Nella valutazione degli elaborati si terrà conto anche delle scelte linguistiche in grado di riconoscere e rispettare le differenze di genere. 

La cerimonia di premiazione si terrà a Roma nel maggio 2015.  

I gruppi e/o le classi vincitrici riceveranno diplomi di merito, libri e/o premi degli sponsor.  

A docenti referenti, scuole, facoltà e centri di formazione vincitori/vincitrici che interverranno alla cerimonia verranno consegnati volumi premio.  

Studenti e docenti tutti/e riceveranno, a richiesta, un attestato di partecipazione rilasciato da FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti -Associazione Professionale Qualificata per la Formazione Docenti D.M.1772000 Prot. N.2382/L/3-23052002). 

 

Per adesioni e informazioni rivolgersi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Roma, 1 settembre 2014 

  

Clicca qui per scaricare il bando

Allegato 1


 PATROCINI

Affi

Aspettare Stanca

Comune di Cori (LT)

Comune di Padova

Comune di Roma

Corrente Rosa

Eccellenze Italiane

Filosofia Maschia

Fondazione Adkins Chiti: Donne in musica

FormaScienza

GIO - Osservatorio Interuniversitario di Genere

Iniziativa Donne

Legambiente

Mammeonline

Navarra Editore

Nextar Consulting

NOIDONNE 

Pangea

Pares

Power & Gender

Rete per la parità

Senato della Repubblica

SIS - Società Italiane delle Storiche

Soroptimist International d'Italia

Università di Roma3

Wister

 

 

 

 

 

 

 

Bando di concorso di TF e FNISM 2015/2016

 

 

 logo2  FNISM-logo

 

Bando di concorso 

Sulle vie della parità  

III Edizione – anno 2015/2016  

LOGOCONCORSOIII

 

 

Il concorso, indetto da Toponomastica femminile e FNISM e rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, agli atenei e a enti e centri di formazione, è finalizzato a valorizzare il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società.

A partire dall’osservazione della città, del quartiere e delle sue strade, delle aree verdi, pedonali e ciclabili, dei musei, dei luoghi pubblici e condivisi, la proposta intende promuovere la ricerca storica locale e l’analisi del patrimonio culturale, ambientale e civico del Paese, con l’intento di restituire visibilità alle donne che si sono distinte per l’attività letteraria, artistica e scientifica, per l’impegno umanitario e sociale o per altri meriti.

Il carattere trasversale della toponomastica e dello studio del territorio offre numerose opportunità didattiche di integrazioni interdisciplinari e nel contempo permette a bambine e bambini, a ragazze e ragazzi di sviluppare forme di cittadinanza attiva e di partecipazione alle scelte di chi amministra la città.

Riflettendo sulle ragioni delle intitolazioni presenti e assenti, le/gli studenti impegnate/i nel lavoro di ricerca-studio saranno stimolate/i a sviluppare il tema in modo critico e responsabile, collaborando alla vita sociale nel rispetto dei valori dell’inclusione e dell’integrazione.

 

Regolamento

 

 

Attraverso attività di ricerca-azione, si chiede di:

- riscoprire figure femminili  che, pur avendo contribuito allo sviluppo socio-culturale del territorio e del Paese intero, sono state dimenticate dall’odonomastica cittadina ,e proporle per nuove intitolazioni;

e/o

-         -  individuare e descrivere percorsi culturali e itinerari di genere femminile, sulla base di intitolazioni già esistenti e di tracce sparse sul territorio, in grado di riportare alla luce l’operato delle donne nella storia e nella cultura di ogni singolo luogo.

 

Ciascuna classe, o gruppo di lavoro, potrà sviluppare liberamente il proprio elaborato optando per una delle seguenti sezioni:

 

A. Sezione letteraria

B. Sezione digitale

C. Sezione arti visive

D. Sezione teatrale

E. Sezione comunicazione e design

F. Sezione aperta e mista

 

Le docenti o referenti di ogni singolo progetto, sintetizzeranno l’attività didattica svolta in una breve relazione (circa 2.000 battute) da inserire nella scheda didattica allegata al presente bando, che andrà compilata in ogni sua parte.

Scuole/atenei/enti e centri di formazione inoltreranno entro l’8 marzo 2016, suddetta relazione e i lavori completi, integrati da un repertorio fotografico che permetta di individuarne i luoghi indicati, alla mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Del materiale multimediale, caricato in rete dalle singole scuole, sarà necessario inviare il solo link (si raccomanda di verificare la visibilità del lavoro con piattaforme Window/Mac/Linux).

L’invio di materiale non virtuale, qualora necessario, avverrà per mezzo posta ordinaria, salvo diverse indicazioni concordate tra le parti, al seguente indirizzo:

Toponomastica femminile

Concorso Sulle vie della Parità

Via Asmara, 16

00199 Roma

 

Una giuria scelta dal Comitato organizzatore valuterà i lavori pervenuti e selezionerà più proposte per ognuna delle sezioni, che terranno conto delle fasce di età.


I migliori lavori saranno visibili sul sito www.toponomasticafemminile.com e/o sulla piattaforma http://formazione.toponomasticafemminile.com e potranno essere pubblicati su testate o esposti in mostra.

Nella valutazione degli elaborati si terrà conto anche delle scelte linguistiche in grado di riconoscere e rispettare le differenze di genere.

 

La cerimonia di premiazione si terrà a Roma tra aprile e maggio 2016.
I gruppi e/o le classi vincitrici riceveranno diplomi di merito, libri e/o premi degli sponsor.

A referenti di progetto, scuole, facoltà e centri di formazione vincitori/vincitrici che interverranno alla cerimonia verranno consegnati volumi premio.

Premi aggiuntivi potranno essere definiti dalle singole realtà territoriali.

Studenti e docenti tutti/e riceveranno, a richiesta, un attestato di partecipazione rilasciato da FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti -Associazione Professionale Qualificata per la Formazione Docenti D.M.1772000 Prot. N.2382/L/3-23052002).

 

Per adesioni e informazioni rivolgersi a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Roma, 21 luglio 2015

  

Clicca qui per scaricare il bando

Allegato 1

Patrocinio comune Napoli

PREMIAZIONE 

Bando di concorso di TF e FNISM 2016/2017

 

 

 logo2  FNISM-logo

 

Bando di concorso 

Sulle vie della parità  

IV Edizione – anno 2016/2017  

logo concorso 4

 

 

Patrocinato dal Senato della Repubblica

 

Il concorso, indetto da Toponomastica femminile e sostenuto da FNISM, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, agli atenei e agli enti di formazione, è finalizzato a riscoprire e valorizzare il contributo offerto dalle donne alla costruzione della società.

Attraverso attività di ricerca-azione si chiede di:

  • riscoprire figure femminili che, pur avendo contribuito allo sviluppo socio-culturale del territorio e del Paese intero, sono state poi dimenticate e proporle per nuove intitolazioni; il lavoro individuerà uno spazio (strada, giardino, rotonda, pista ciclabile, sentiero, edificio, aula, biblioteca...) che non abbia ancora una propria intestazione, da dedicare a una o piùfigure femminili considerate meritevoli. La proposta sarà accompagnata da repertorio fotografico che consenta di riconoscere il luogoprescelto;

 

  • individuare e descrivere percorsi culturali e itinerari di genere femminile - sulla base di intitolazioni già esistenti - in grado di riportare alla luce le tracce delle donne nella storia e nella cultura del territorio, e proporle come modelli di valore e di differenza sui quali riflettere e ai quali attingere nell’opera complessa della costruzione dell’identità maschile e femminile.

Ragionando sulle intitolazioni presenti e assenti, le/gli studenti impegnate/i nella ricerca-studio saranno stimolate/i a sviluppare il lavoro in modo autonomo, critico e responsabile.

Il carattere trasversale della toponomastica e dell’analisi del


territorio offre numerose opportunità didattiche di integrazioni interdisciplinari e nel contempo permette a bambine e bambini, a ragazze e ragazzi di sviluppare forme di cittadinanza attiva e di partecipazione alle scelte di chi amministra la città, nel rispetto dei valori dell’inclusione e dell’integrazione.

Regolamento

Ogni lavoro potrà seguire una delle seguenti 4 sezioni tematiche, con scadenze tra loro differenziate:

A.PERCORSI CULTURALI E ITINERARI URBANI (aree di circolazione, luoghi di riunione, di servizio, di studio, di lavoro, dicultura...)

B.PERCORSI CULTURALI E ITINERARIAMBIENTALI, NATURALISTICI E CICLABILI (piste ciclabili, sentieri, parchi...)

C.UN GIARDINO DELLE GIUSTE E DEI GIUSTI IN OGNI SCUOLA 

D.VIALE DELLEGIUSTE

 

Per le sezioni A e B, il gruppo potrà sviluppare liberamente il proprio elaborato scegliendo tra modalità espressive letterarie, artistiche, multimediali (ppt, video, e-book, modalità teatrale, in forma di teatro tradizionale, da tradurre in testi scritti o video, Kamishibai) o miste, espressamente .indicate nella relazione docente che dovrà accompagnare il lavoro.

Si raccomanda una particolare attenzione all’uso di linguaggi non sessisti.

Le/i docenti referenti sintetizzeranno l’attività didattica svolta in una breve relazione (circa 2.000 battute) da inserire nella scheda didattica allegata al presente bando, che andrà compilata in ogni sua parte.

Per le sole sezioni A e B, scuole/atenei/enti di formazione inoltreranno i lavori completi e la relazione docente entro l’8 marzo 2017, all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’invio del materiale cartaceo, qualora ce ne fosse, avverrà per mezzo posta ordinaria all’indirizzo che verrà comunicato su esplicita richiesta da indirizzare alla suddetta mail.

Del materiale multimediale, caricato in rete dalle singole scuole, sarà inviato il solo link (si raccomanda di verificare la visibilità del lavoro con le piattaforme più comuni).

Una giuria scelta dal Comitato organizzatore valuterà i lavori pervenuti e selezionerà più proposte che terranno conto delle tecniche espressive e delle fasce di età.

 

La sezione C, UN GIARDINO DELLE GIUSTE E DEI GIUSTI IN OGNI SCUOLA, è indetta da Toponomastica femminile e da Fnism-Catania. Vi parteciperanno tutti i lavori pervenuti ENTRO IL 25 FEBBRAIO 2017 a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La proposta, ispirata al Giardino dei Giusti tra le Nazioni, intende creare un’antologia, fotografica e narrativa, il cui progetto sarà presentato in occasione di un evento che si terrà a Catania nel mese di marzo 2017 e in cui saranno coinvolti i soggetti aderenti. Ciascuna classe, o gruppo di lavoro, o singolo soggetto, proporrà almeno due nomi, di una Giusta e di un Giusto, e in memoria di ciascuno/a di loro pianterà e intitolerà un albero nel giardino o nel cortile della scuola o in una piazza/giardino/area verde limitrofa che verrà adottata dagli e dalle studenti della scuola.

Le scuole che hanno già aderito alla prima annualità potranno aggiungere alberi da intitolare nel Giardino già piantato o creare nuovi spazi di memoria in aree limitrofe alla scuola.

Alla mail indicata si faranno pervenire i seguenti materiali:

-   una scheda storico-biografica originale dedicata aciascun personaggio scelto, di 500/800parole;

-   la motivazione della scelta in 30/40parole;

-   5/10 foto, ad alta risoluzione e con didascalie, del lavoro svolto, dalla fase della ricerca alla piantumazione, all’intitolazione. Due delle foto riporteranno le due facce della targa, da realizzare secondo le indicazioni del bandospecifico.

La sezione D, VIALE DELLE GIUSTE, è indetta da Toponomastica femminile e Libera Università di Alcatraz. Vi parteciperanno tutti i lavori pervenuti ENTRO IL 14 OTTOBRE 2016 a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consegnati alla Libera Università di Alcatraz (Gubbio) in occasione della giornata di apertura del viale, fissata per domenica 16 ottobre.

Il viale delle Giuste consisterà in un percorso di circa 3 chilometri nella tenuta della Libera Università di Alcatraz (Gubbio – PG), lungo il quale saranno esposte le sculture (inizialmente lignee, poi sostituite da sculture in materiali non deperibili, attuate da artisti/e di tutto il mondo) delle donne meritevoli del titolo di Giuste.

Si chiede di individuare un numero di 5 donne di ogni tempo meritevoli di essere definite “Giuste”, di cui almeno una locale, una nazionale e una straniera. Devono essere figure di donne non più viventi e preferibilmente non ancora riconosciute come Giuste in uno dei tanti Giardini dedicati.

Ciascuna classe, o gruppo di lavoro, dovrà sviluppare le motivazioni significative nell’attribuzione del riconoscimento di “Giuste” alle figure segnalate, in un testo di circa 2.000 battute per ciascuna donna segnalata, per complessivi 5 testi. La giuria vaglierà i nomi pervenuti e sceglierà le 40 donne considerate più significative,  a cui sarà dato l’appellativo di Giuste.

I risultati del concorso saranno resi noti il 25 novembre 2016, in occasione della Giornata della lotta alla violenza sulle donne. L’8 marzo 2017, ad Alcatraz (Gubbio, PG), in una cerimonia d’inaugurazione del percorso a cui sono invitate rappresentanze delle scuole vincitrici, verranno poste le sculture commemorative lungo il viale.

Da quest’anno TOPONOMASTICA FEMMINILE E WIKIPEDIA

collaborano insieme per inserire nuove VOCI di donne nell’enciclopedia virtuale: l’iniziativa è volta a ridurre e superare il gender gap in Wikipedia, incrementando la quantità e qualità di voci in essa presenti su donne e tematiche femminili.

I migliori lavori pertanto, ridotti a biografie e provvisti di fonti, potranno essere pubblicati in Wikipedia.

La cerimonia di premiazione finale di tutte e 4 le sezioni si terrà a Roma tra aprile e maggio 2017. I gruppi e/o le classi vincitrici, docenti referenti riceveranno diplomi di merito, libri e/o premi degli sponsor. Studenti e docenti riceveranno, a richiesta, un attestato di partecipazione rilasciato da FNISM (Federazione Nazionale Insegnanti -Associazione Professionale Qualificata per la Formazione Docenti D.M.1772000 Prot. N.2382/L/3- 23052002).

 

Per adesioni e informazioni rivolgersi a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Roma, 31 agosto 2016

  

Clicca qui per scaricare il bando

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.