Toponomastica femminile. Le vie della parità.

Roma e il Friuli Venezia Giulia

 

- UNAR - sede del Fogolar Furlan, 17 - 23 dicembre 2013 
 

copertina mostra Fogolar UNAR

Storie di donne friulane e romane attraverso le targhe stradali.
La mostra, organizzata nella sede romana del Fogolar Furlan all’UNAR, ha voluto imbastire un intreccio di memorie, un gemellaggio ideale fra due realtà geografiche lontane eppure inaspettatamente vicine.
Roma e le città del Friuli Venezia Giulia ci restituiscono storie femminili dimenticate o non raccontate e contribuiscono a mantenere vivo il ricordo di grandi donne per le nuove e future generazioni. Alcune tra le figure commemorate dall’odonomastica romana aspettano ancora che la terra di origine si ricordi di loro e intitoli uno spazio pubblico significativo, una piazza, una via, un’area verde alla loro memoria.
 

 

 

 


Le donne del Novecento sulle strade di Roma

 

Mostra itinerante. Sezione didattica
 
Il progetto didattico romano ha preso in esame quasi 200 intitolazioni (sul totale di oltre 600 strade femminili presenti nel comune di Roma), classificate secondo categorie piuttosto ampie (figure storiche e politiche, donne presenti negli diversi ambiti letterari – dal giornalismo alla critica, dalla pedagogia alla letteratura - donne dello spettacolo e dell’arte intesa in senso lato, della scienza ecc).
Si è partiti dalla consultazione del Viario di Roma Capitale attraverso "S.I.TO. Sistema Informativo di Toponomastica"; dall’elenco ufficiale di tutte le strade denominate nel territorio capitolino, è stata poi redatta una mappatura completa delle intitolazioni femminili nei diversi municipi.
Alunne e alunni hanno fotografato le strade intitolate a donne e redatto con mezzi espressivi differenti, le biografie delle donne studiate.
Per curare l’elaborazione delle immagini è stato organizzato un corso di Photoshop (18 ore) in modalità blended learning, aperto a docenti e studenti.
 
Il frutto delle ricerche condotte è confluito in diverse mostre biografiche e fotografiche, esposte nei seguenti luoghi:
 
  
19 - 21 febbraio 2013
 
 
 
 
  
 
8 marzo 2013
 
 
 
 
 
 
9 - 17 marzo 2013
 
 
 
 
 
 
19 marzo – 18 aprile 2013 
 
 
 
 
 
 
6 - 20 aprile 2013
 
 
 
 
 
 
 
13 - 19 aprile 2013
 
 
 
 
 
 
 11 aprile -18 maggio 2013
 
 
 
 
 
 
24 maggio – 2 giugno 2013
 
 
La mostra fotografica, inoltre, ha partecipato al concorso Pari e Diversi 2013. Le risorse delle diversità come diritto umano, indetto dall’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, conseguendo il secondo premio ex aequo della sezione artistica.
Dopo mesi di ricerche e di attività sul territorio cittadino il progetto Le vie della parità. Le donne del Novecento sulle strade di Roma si è concluso con un bilancio molto positivo tanto per le classi quanto per la cittadinanza, che ha avuto numerose occasioni per conoscere storie e figure femminili, presenti nella toponomastica capitolina ma spesso ignorate.
Quando al termine dell’anno scolastico si è chiusa l’ultima esposizione, nella sede dell’UNAR, Toponomastica femminile si è vista aprire nuovi spazi di collaborazione.
Gran parte delle foto scattate da ragazze e ragazzi, vanno ad arricchire oggi le mostre itineranti esposte nelle altre città.

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.