Europa

- A -

- Hilma Af Klint: la prima pittrice astrattista (1862-1944).

  

- Maria Lovisa Ahrberg: la prima medica svedese (1801-1881).

 

 

- Khertek Anchimaa-Toka: nel 1940 la prima donna capo di uno Stato non monarchico, Tuwa, ora una Repubblica della Federazione Russa.

 

- Carolina Beatriz Angelo: la prima donna a votare in Portogallo nel 1911 contro il volere dei dirigenti della Repubblica Portoghese le cui leggi non permettevano il voto alle donne.

- Liv Arnesen: norvegese, è stata la prima donna a raggiungere il Polo Sud con gli sci nel 1994, da sola e senza alcun appoggio, percorrendo 1200 km in 50 giorni. Dopo l'impresa ha scritto il libro "Le brave ragazze non sciano fino al Polo Sud" anche se nella quarta di copertina si trova scritto "Le brave ragazze vanno dove vogliono". In un'intervista ha dichiarato: "Quando ho iniziato a cercare finanziamenti per la mia spedizione in Norvegia mi sono sentita come se avessi iniziato a muovermi nell'ultima arena maschile e non avessi dovuto farlo ma fossi dovuta invece rimanere a casa".

- Rena Asimakopoulov: è stata la prima donna in Grecia, nel luglio 2011, ad essere nominata Capo della Corte di Cassazione. Era già stata Vicepresidente di questa istituzione per un anno.

- Mary Astell: è stata, nel 1647, in Inghilterra, la prima donna che propose ufficialmente la fondazione di una Università Femminile, poiché alle donne non era permesso frequentarle. Questa proposta fu però bocciata…

- Felicity Aston: è la prima donna nel 2012 ad aver attraversato in solitaria l'Antartide. Ha percorso 1.744 Km a piedi in 59 giorni. È un’esploratrice e scrittrice inglese, ed è originaria del Kent.

Nancy Astor: è stata, il primo novembre del 1919, la prima donna eletta nel Parlamento inglese. Era del Partito Conservatore.

- Elizabeth Aubrey Le Blond: fu la prima donna che scalò i monti Disgrazia, Piz Palù, Piz Sella e Piz Zupò in Engandina. Fu fondatrice, nel 1907, del "Ladies' alpine club". Nacque nel 1861 e morì nel 1934.

- Gina Averbuch: la prima donna a costruire a Tel Aviv una sinagoga nel 1960.

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.