Africa

 

- K -

 

- Bothaina Kamel: è stata, nel 2011, la prima donna a candidarsi per la presidenza dell'Egitto.

 

 

- Badrane Kaoutar: prima donna avvocato marocchino e arabo in Italia.

 

- Kalthoum Kennou: la prima donna, insieme a Bedra Gaaloul, Leila Hammamami e Emna Mansour Karoui, candidata alla presidenza della Tunisia.

 

- Sylvie Kinigi: è stata la prima donna Prima Ministra in Burundi. E' rimasta in carica dal luglio 1993 al febbraio 1994. Divenne il simbolo della convivenza pacifica delle etnie tutsi ed hutu nel suo Paese, infatti lei era una tutsi e suo marito un hutu.

Umm Kulthum: prima cantante egiziana e prima donna nel mondo arabo la cui voce nel 1934 venne diffusa via radio. Viene ricordata come "la stella d'Oriente". Nacque nel 1904 in un villaggio a nord-est de Il Cairo. Apprese il canto da suo padre che era l'imam della moschea locale. Il suo nome d'arte fu Fatima Ibrahim al-Bitagi. Dovette aspettare di compiere 23 anni prima di rivelare la sua vera identità, infatti la mentalità repressiva di un certo mondo islamico la costringeva a travestirsi da maschio quando si esibiva in pubblico. Umm rivelò un'eccezionale maestria nella poesia cantata (qsaida) e nella cantillazione del Corano (taiwid). Durante i suoi concerti dal vivo gli spettatori entravano in totale sintonia con lei, tanto che il suo modo di cantare fu definito "tarab" cioè estasi, rapimento mistico. Dal 1934 fino alla fine degli anni settanta in radio, ogni primo giovedì del mese, veniva trasmesso un suo concerto ed in quell'occasione milioni di egiziani lasciavano le loro attività quotidiane per ascoltarla. Nel 1944 ricevette dal Re Farouk il più alto degli ordini onorifici d'Egitto (il Nishan Kamal) riservato fino ad allora solo ai membri della famiglia reale ed ai politici. Tenne concerti nelle maggiori città: Damasco, Tripoli, Beirut, Baghdad... Morì il 3 febbraio del 1975 e in quell'occasione così scrissero: "Il suo funerale è stato unico nella storia dell'Egitto, un evento che l'ha paralizzato. Tre milioni di egiziani hanno invaso la capitale. Fazzoletti che sventolavano, fiori e lamenti, canti e lacrime accompagnavano il feretro... la bara è stata passata di mano in mano sulle teste della folla riunita, trascinata da un mare di persone di questo corteo lungo oltre 10 chilometri che attraversava il Cairo... erano presenti tutti i Capi di Stato Arabi".

 

- Cecile Kyenge: la prima donna nera nominata Ministra in Italia.

 

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.