Europa

 

- M -

 

- Ellen Patricia Mac Arthur: nata nel Derbyshire nel 1976, nel 2001 è stata la prima donna a circumnavigare in solitaria il globo; il 7 febbraio 2005 ha concluso un'altra impresa: record mondiale di velocità nel circumnavigare il globo in barca a vela (ha impiegato 71 giorni, 14 ore, 18 minuti e 33 secondi, battendo per 1 giorno e 8 ore il record precedente). Il giorno successivo è stata nominata dalla Regina Elisabetta II "Dama Comandante" dell'Impero Britannico a soli 29 anni (altro record). Una curiosità: nel suo diario racconta che nell'arco di 94 giorni (nel 2001) poté dormire 891 volte ma solo per periodi brevissimi, in media 36 minuti ognuno.

- Hilary Mantel: scrittrice britannica, è stata la prima donna a vincere il "Booker Prize" per ben 2 volte: nel 2009 e nel 2012. È nata nel 1952 ed è anche critica letteraria. Si è laureata in Giurisprudenza nel 1973 ed ha vissuto in Botswana ed in Arabia Saudita. Nel 2006 è stata insignita del titolo di “Comandante dell’Impero Britannico”.

- Marion Maréchal-Le Pen: nata nel 1989, nipote di Jean-Marie (nonno) e di Marine (zia), eletta in Parlamento nel 2012, è la più giovane deputata della storia della Francia.

 

- Grace Marguerite: la prima donna a circumnavigare il mondo con un dirigibile nel 1929. Non soddisfatta di un solo primato, lo ha bissato diventando una delle prime donne corrispondenti di guerra. 

 

- Beryl Markham: il primo essere umano e la prima donna ad aver attraversato l'Atlantico in solitaria e senza soste di rifornimento. Prima di lei l’aveva solcato Amelia Earhart, ma per la via breve e partendo dall’America. Il record è di Beryl: 1936, prima traversata dell’Atlantico, dall’Inghilterra in America, in solitaria.

 

- Marie Marvingt: (1875-1963) la prima donna a scalare molte delle cime delle Alpi francesi e svizzere; la prima donna a volare in missioni di combattimento come pilota bombardiera durante la Prima Guerra Mondiale; la prima "infermiera volante" certificata nel mondo.

- Carmen Garcia Maura: nata a Madrid nel 1945, è l’attrice che ha vinto più premi Goya: ben 4. Ha interpretato oltre 100 film diretti da registi famosi come Coppola e Almodovar che le ha dato fama internazionale (“Donne sull’orlo di una crisi di nervi”). Il premio Goya (nato nel 1987) è il più importante riconoscimento della cinematografia spagnola, assegnato ogni anno dall’Accademia delle Arti e delle Scienze Cinematografiche.  

- Muriel Mayette: la prima donna a dirigere la Comédie Francaise nel 2006.

 

- Catherine McAuley: (1787-1841) la prima donna sulle banconote irlandesi.

- Lynne McCusker: la prima donna che nel 2009 ha rinunciato al premio Perutz, il più alto per un cristallografo, per empatia con i colleghi. 

Golda Meir: prima donna a guidare il governo del suo Paese, politica israeliana e quarto premier di Israele. E' nata a Kiev il 3 maggio 1898 ed è morta a Gerusalemme l’8 dicembre 1978. Diresse la politica israeliana in periodi molto difficili, trovandosi ad affrontare crisi internazionali, come la crisi petrolifera successiva alla guerra del Kippur, i contrasti militari con Egitto e Siria e, soprattutto, il massacro di Monaco alle Olimpiadi del 1972, quando un commando di terroristi palestinesi sequestrò ed uccise undici tra atleti e allenatori israeliani.

- Zanny Minton Beddoes: la prima donna a dirigere il settimanale "The Economist" (gennaio 2015).

 

- Gwen Moffat: inglese, la prima donna guida alpina.

 

Jeanne Moreau: è stata la prima donna a ricevere il "Leone alla Carriera" del "Festival del Cinema di Venezia" nel 1992. La Moreau è un'attrice e regista francese. 

 

- Alva Myrdal: prima donna svedese a ricevere il nobel per la Pace nel 1982. Alva Myrdal, politica, nacque a Uppsala nel 1902. Per il suo alto impegno sociale, fu a capo della Commissione governativa delle donne e divenne Presidente della Federazione delle donne professioniste. Il suo impegno politico e sociale andrà avanti nel corso degli anni e le farà assumere diverse cariche: sarà la  prima direttora del dipartimento dell’Unesco a New York. Nel 1962 viene eletta alla Camera alta svedese ed è a capo della delegazione del suo paese al Comitato per il disarmo delle Nazioni Unite; fu Ministra per il Disarmo. Diplomatica e sociologa, ha diretto dipartimenti sociali dell’ONU e dell’UNESCO. La sua attività è sempre stata esplicata nel campo del disarmo, specialmente quello nucleare, e della comprensione reciproca fra i popoli. È morta a Stoccolma nel 1986.
Ad Eskilstuna, in Svezia, c’è una strada intitolata ad Alva Myrdal. In Francia un viale porta il suo nome a Trappes. In Germania sono a lei intitolate una via a Gottinga ed una a Lemgo. In Spagna troviamo una via a Rubì ed un viale a Getafe.
Una scuola è a lei intitolata in Messico.

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.