Una strada per Elena Formica

17 Ottobre 2014
Scritto da Rosa Perupato

Una strada per Elena Formica

Vittoria rende omaggio ad una piccola grande cittadina.

Ottobre 2014: a Vittoria in provincia di Ragusa si è svolta  la cerimonia di intitolazione di un vicolo alla signora Elena Formica, ricamatrice e imprenditrice vittoriese vissuta all’inizio del Novecento.

Questa intitolazione è stata fortemente voluta dall’ insegnante Rosa Perupato, consulente alle pari opportunità  e  presidente della consulta alle politiche femminili di Vittoria, che da anni si occupa  di pari opportunità  e di rispetto per le differenze di genere anche nella  toponomastica.

Ancora una volta il punto di partenza è l’evidenza dell’invisibilità femminile: facendo un’indagine sul territorio, ci si è    resi conto che in città esistevano pochissime strade intitolate a donne e così si è cercato di condurre   studi su alcune figure femminili da restituire alla memoria collettiva, poiché la storia si fa anche attraverso la toponomastica e l’immaginario collettivo si costruisce anche sulle intitolazioni.

Nel corso di  queste ricerche Rosa Perupato   si è imbattuta nella figura di Elena Formica che, per tante ragioni, ha entusiasmato anche i suoi e le sue giovani studenti: per quello che è riuscita a realizzare in un’epoca fortemente maschilista e così è stato avviato un lavoro di ricerca, alla fine del quale è stata fatta richiesta  al sindaco  di intitolazione di  una strada. La proposta è stata subito accolta, ma ci sono voluti quasi due anni per giungere all’apposizione della targa.

La spinta decisiva è venuta proprio dalla  classe terza (oggi quarta) che ha  partecipato, lo scorso anno, al concorso regionale “Vie di parità in Sicilia” con  uno studio su Elena Formica   in cui si chiedeva di intitolare a lei una via della città. E così ieri si è concluso il nostro iter appassionato: alla presenza dei cittadini e delle cittadine è stato dato  il giusto riconoscimento ad una grande Donna, che ha insegnato l'arte del ricamo prezioso a diverse generazioni di ricamatrici e ne ha fatto un’impresa in tempi difficili per donne imprenditrici, riuscendo ad esportare i nostri ricami in varie parti dell’Italia ed anche fuori, fino a  Bengasi. Accanto ai grandi personaggi della storia che trovano ampio risalto ed evidenza sui libri o nei documenti o nelle intitolazioni toponomastiche,  ci  piace  che i nostri e le nostre nipoti ricordino chi, silenziosamente e con grande coraggio ed intelligenza,  ha contribuito alla crescita culturale, sociale ed economica della nostra città. E la signora Elena Formica è stata, senz'altro, fra questi. Ieri, sicuramente, abbiamo vissuto una pagina della nostra   storia cittadina e i miei alunni non la dimenticheranno mai.

 

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.