logo-ilcarrettinodelleidee2
La collaborazione di Toponomastica femminile con ilcarrettinodelleidee.com di Dino Sturiale - giornale online messinese vivace e battagliero, attento alle differenze e a quella di genere soprattutto – è stata subito una intesa vera su temi condivisi: alla toponomastica femminile è dedicata una rubrica che ospita articoli scritti da studenti, docenti e toponomaste.
Gli articoli raccontano esperienze didattiche e formative, iniziative culturali e civiche; talora hanno un impianto biografico: raccontano storie, poco note o inedite, di donne straordinarie. L’interesse suscitato dalla rubrica ha aperto nuove collaborazioni, anche con atenei e mondo dell’associzionismo.
 
 

"Stop al femminicidio" al festival internazionale dello spot sociale

Scritto da Pina Arena
30 Ottobre 2012

stop-femminicidio

Con il video “Stop al femminicidio” l’IIS ”Vaccarini”di Catania si aggiudica il premio Videocomponimenti alla XV edizione del Festival internazionale dello spot sociale a Marano di Napoli.

Per far comprendere il valore del premio, è necessario innanzitutto spendere qualche parole sul Festival. Si tratta della grande festa della legalità e dell’impegno civico della scuola contro le mafie e, non a caso, si svolge in terra di camorra, nella città in cui a ventisette anni fu ucciso il giornalista Carlo Siani che aveva denunciato il malaffare che controlla queste terre e porta impoverimento e violenza.

La parola alle donne di scuola

Scritto da Pina Arena
25 Ottobre 2012

donne-scuola


Un’amica insegnante mi racconta uno stralcio di conversazione colto rapidamente al supermercato: un anziano signore ascolta i discorsi di due professoresse arrabbiate per la proposta delle 24 ore e commenta ridacchiando: <Non concluderanno niente come al solito: gliele suonano perché abbassano sempre la testa e perché sono tutte “femmine”>.

Le scrittrici senza memoria

Scritto da Pina Arena
15 Ottobre 2012

scrittrici-senza-memoria


I libri di scuola parlano al maschile, la lingua italiana è sessista a dispetto delle battaglie e delle conquiste di civiltà e democrazia che donne e uomini hanno compiuto soprattutto nell’ultimo secolo. Qualche anno fa un’alunna dell’Istituto tecnico - abituata a vivere in un ambiente prevalentemente maschile, ma non disponibile all’omologazione e consapevole della sua differenza, orgogliosa di essere una delle poche ragazze ad affrontare studi di elettronica- mi fece notare che sul libro di letteratura italiana una glossa, sempre uguale, precedeva la biografia di scrittori e scrittrici: era la parola AUTORE. Sempre la stessa anche quando l’Autore era un’Autrice come Katherine Mansfield.

Le donne di Toponomastica femminile a convegno

Scritto da Pina Arena
08 Ottobre 2012

Le donne di Toponomastica femminile a convegno6 e 7 ottobre 2012.
Nella Casa Internazionale delle Donne a Roma si incontrano le donne e gli uomini di Toponomastica femminile, per fare il punto sul lavoro avviato da nove mesi.
Si tratta di una esperienza cresciuta in modo vertiginoso, esplosivo, appassionato, quasi la risposta necessaria e naturale ad un desiderio di parola e di impegno che l’idea geniale di Maria Pia Ercolini ha fatto diventare azione congiunta di impegno intellettuale e civico su tutto il territorio nazionale e oltre.
Per il suo convegno il gruppo Toponomastica femminile ha ottenuto il patrocinio del Ministero delle politiche sociali, dell'ANCI, dell'ANPI, del CNR, del Comune di Roma, del Laboratorio Internazionale di Onomastica.

I supereroi e le donne invisibili delle strade

Scritto da Claudia Fucarino
02 Ottobre 2012

I supereroi e le donne invisibili delle stradeLa toponomastica femminile nelle nostre strade? Un’esperienza surreale, quasi fumettistica.
Incontrare, infatti, donne reali, oltre le consuete Madonne, Sante, Martiri e donne mitologiche è una missione pressoché impossibile.
A Palermo, per esempio, che è la quinta città più grande d’Italia, circa il 4,5% di toponimi stradali è legato a nomi di donna, contro il 49 % di toponimi maschili.
Certamente Palermo, rispetto alle percentuali italiane che “vantano” spesso numeri che vanno anche al di sotto dell’1%, può andare a testa alta, almeno fino a quando ci si sofferma a visionare gli stradari aggiornati con le ultime intitolazioni.

I Convegno di Toponomastica femminile

Scritto da Daniela Astrea
26 Settembre 2012

I Convegno di Toponomastica femminileNei giorni 6 e 7 ottobre, presso la Casa Internazionale delle Donne, in via della Lungara 19 (Roma), si terrà il I Convegno di Toponomastica femminile.
La due giorni vedrà alternarsi gli interventi di relatrici e relatori appartenenti a vari campi: si parlerà di toponomastica cittadina e delle sue implicazioni, dei progetti didattici nati in seguito alle iniziative del gruppo, di ricerca, di metodologie, di problematiche emergenti, di comunicazione efficace. Interessanti anche la sezione estera, per un incontro proficuo e progettuale con le realtà vicine a quella italiana, e la mostra fotografica sulle targhe romane, nazionali, straniere e con una sezione ricchissima dedicata alla Partigiane.

Palermo e le strade delle donne

Scritto da Claudia Fucarino
18 Settembre 2012

Palerno e le strade delle donneL’antica toponomastica nel capoluogo siciliano? Era certamente molto più paritaria rispetto a quella attuale. Non vi era del resto l’usanza di intitolare le piazze e le strade a personaggi illustri, perché a questo si preferiva l’uso di una odonomastica di più facile individuazione e che fosse maggiormente legata agli usi del luogo. Esempi significativi che ritroviamo nelle antiche borgate all'interno dei mercati dove, tutt'oggi, emergono inusuali e particolari odonimi, di cui spesso si ignora il reale significato. Come la rinomata via Calderai dove oggi, come un tempo, numerosi artigiani, conosciuti come i quararara, fabbricano ed espongono fuori dalle loro botteghe pentole, tegami ed altri oggetti in alluminio, ottone, bronzo e rame.

INFORMATIVA COOKIE

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici propri e di terze parti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa sull’uso dei cookie..

Cliccando “accetto” o accedendo a qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.