TOTALE STRADE / VIE / PIAZZE / ETC.: 2.438
INTITOLATE A UOMINI: 1.220
INTITOLATE A DONNE: 110
CRITERI DI CLASSIFICAZIONE DELLE STRADE INTITOLARE A DONNE
Madonne (Immacolata, Beata Vergine, Santa Maria etc.):

25
Madonna di Loreto (largo)
delle Grazie (lungarno e ponte)
Madonna degli Aldobrandini (piazza)
Madonna della neve (piazza)
Santa Maria a Marignolle (piazza e via)
Santa Maria al Pignone (piazza)
Santa Maria in campo (piazza)
Santa Maria Maggiore (piazza e vicolo)
Santa Maria Novella (piazza)
Santa Maria Nuova (piazza)
Santa Maria Soprarno (piazza)
SS. Annunziata (piazza)
Santa Maria Ausiliatrice (piazzetta)
Madonna della Pace (via)
Madonna delle Querce (via)
Madonna della Tosse (via)
Madonna delle Grazie (via)
Madonna del terrazzo (via)
Madonna di Pagano (via)
Santa Maria (via)
S. Maria a Cintoia (via e viuzzo)

Sante, beate, martiri:

26
Santa Rosa (lungarno)
Santa Caterina d'Alessandria (piazza e via)
Santa Caterina da Siena (piazza e via)
Santa Cecilia (piazza)
Santa Elisabetta (piazza e via)
Santa Felicita (piazza)
Beata Angela (via)
Beata Umiliana (via)
Madre Teresa di Calcutta (via)
Sant'Anna (via)
Santa Reparata (via)
Sant'Orsola (via)
Santa Berta (via)
Santa Chiara (via)
Santa Lucia (via)
Santa Lucia a Trespiano (via)
Santa Margherita (via)
Santa Margherita a Montici (via)
Santa Maddalena de' Pazzi (via)
Santa Marta (via)
Santa Monaca (via)
Santa Rita da Cascia (via)
Santa Verdiana (via)

Suore e benefattrici religiose, benemerite, fondatrici ordini religiosi e/o enti assistenziali-caritatevoli:

12

delle Murate (piazza)
Suor Domenica del Paradiso (piazzetta)
delle Badesse (via)
delle Mantellate (via)
delle Montalve (via)
delle Oblate (via)
delle Pinzochere (via)
Suor Anna Lapini (via)
Eleonora Ramirez de Montalvo (via)
Suor Maria Celeste (via)
Monna Data (via)
Monna Tessa (via)

Benefattrici laiche, fondatrici enti assistenziali-caritatevoli: --
Letterate / umaniste (scrittrici, poete, letterate, critiche, giornaliste, educatrici, pedagoghe, archeologhe, papirologhe...):

8
Simone Weil (giardino)
Oriana Fallaci (piazzale)
Violet Trefusis (punto panoramico)

Alessandra Macinghi (via)
Caterina Francesca Ferrucci (via)
Compiuta Donzella (via)
Corilla Olimpica (via)
Ida Baccini (via)

Scienziate (matematiche, fisiche, astronome, geografe, naturaliste, biologhe, mediche, botaniche, zoologhe...):

3

Raffaella De Dominicis (ponte)
Margherita Hack (ponte)
Florence Nightingale (viale)

Donne dello spettacolo (attrici, cantanti, musiciste, ballerine, registe, scenografe...):

6
Fedora Barbieri (piazza)
Adelaide Ristori (via)
Adelina Patti (via)
Lorella De Luca (via)
Maria Malibran (via)
Eleonora Duse (viale)

Artiste (pittrici, scultrici, miniaturiste, fotografe, fumettiste...):

2

Artemisia Gentileschi (via)
Suor Plautilla (via

Figure storiche e politiche (matrone romane, nobildonne, principesse, regine, patriote, combattenti della Resistenza, vittime della lotta politica / guerra / nazismo, politiche, sindacaliste, femministe...):

17

Rossella Casini (giardino)
Barsene Conti (largo)
Anna Maria Luisa de' Medici (lungarno)
Carla Voltolina (passeggiata)
Anna Maria Iachino (piazza)
Tina Lorenzoni (ponte)
Anna Maria Enriquea Agnoletti (via)
Cristina di Belgiojoso (via)
Eleonora Fonseca Pimentel (via)
Elisa Baciocchi (via)
Guilla (via)
Gualdrada (via)
Lucrezia Mazzanti (via)
Luisa Sanfelice (via)
Mafalda di Savoia (via)
Matilde di Canossa (via)
Vittoria della Rovere (via)

Lavoratrici / imprenditrici / artigiane: --
Figure mitologiche o leggendarie, personaggi letterari:

5
Bertinella (via)
Fiammetta (via)
Igea (via)
Minerva (via)
della Nencia (via)

Atlete e sportive: 1
Rhoda de Bellegarde de Saint Lary (via)
Altro (nomi femminili non identificati; toponimi legati a tradizioni locali, ad es. via delle Convertite, via delle Canterine, via della Moretta, via delle Zoccolette; madri di personaggi illustri...):

5

delle Belle donne (via)
Laura (via)
Pettini Burresi (area verde)
Alice (parco)
Cristina Zamfir (parco)

  Censimento a cura di: Laura Ciuccetti (2012) aggiornamento Barbara Belotti (dicembre 2019)  

Fonte per l'aggiornamento: i dati sono stati gentilmente forniti da Rossella Di Bari del Servizio Statistica e Toponomastica del Comune di Firenze

La rampa di pertinenza della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, che raccorda i binari 17 e 18 al piano stradale sottostante (un dislivello di quota di 7 metri circa), è stata intitolata a Gae Aulenti.
Dedicato a Michela Noli (trentunenne dipendente dell'aeroporto di Peretola uccisa dall'ex marito nel 2016) un giardino
Firenze ha dedicato una piazza a Ilaria Alpi insieme all'operatore RAI Miran Hrovatin, una piazza a Salvatore e Wanda Ferragamo e un giardino a Vanda Lattes e Alberto Nirestein.
Nel giardino dell'Ardiglione è stato intitolato a Fioretta Mazzei (1923-1998), politica e attivista fiorentina, lo spazio polivalente, attualmente in fase di ristrutturazione

Notizie di alcune strade dal nome curioso:

Via della Bertinella: Personaggio del "Malmantile racquistato", poema eroicomico di Perlone Zipoli: l'usurpatrice del trono di Malmantile.

Via Guilla: Guilla (nella grafia dei documenti del suo tempo, Willa), marchesa di Toscana (sec. X), moglie del marchese Uberto e madre del "gran barone" Ugo; fondatrice della Badia Fiorentina (978), che dotò di molti beni fondiari: il più antico personaggio femminile che abbia lasciato traccia nella storia di Firenze.

Via Monna Data: Nome abbreviato di monna Diodata de' Benci, che nel 1357 aveva fondato il monastero di San Michele delle Campora (soppresso nel 1446).

Piazza delle Murate: Dalle monache benedettine di clausura dette "murate", cioè recluse volontarie, trasferitesi qui nel 1424 dalle cellette del Ponte Rubaconte (oggi alle Grazie). Il monastero, intitolato alla Ss. Annunziata, fu soppresso nel 1808.

Via delle Montalve: Dalle suore (le "signore montalve") della congregazione fondata nel 1647 da Eleonora Ramirez de Montalvo per l'educazione delle fanciulle di buona famiglia; il cui conservatorio ha avuto sede dal 1650 nella villa della Quiete in cima alla strada.

Via delle Oblate: Dal convento e casa generalizia delle suore oblate ospitaliere di S. Maria Nuova, qui trasferiti (con entrata dalla vicina Piazza di Careggi) dalla precedente sede di Piazza S. Maria Nuova nel 1935.

Via Laura: Strada forse collegata nel nome alla parallela Via Laura di Pinti (oggi Via della Colonna) e legata come quella ai progetti urbanistici di Lorenzo il Magnifico. "Via Laura, già via della Crocetta! S'apre dirimpetto al fianco della famosissima chiesa [dell'Annunziata], sbocca cento metri più in su nella malinconia di Borgo Pinti, e a mezza strada c'è l'arco d'un soprapassaggio d'un convento di suore" (M. Moretti).